Partners

SCARICA L'APP

Disponibile su Google Play

Kit abbigliamento

12345678
12/04/2021 - Serie D, gli Highlights di Tiferno-Scandicci 1-3
(fonte: Addetto stampa)

 

11/04/2021 - Serie D, Tiferno-Scandicci 1-3
(fonte: Addetto stampa)

Grande vittoria esterna per lo Scandicci, che si impone sul campo del Tiferno terzo in classifica per 3-1 con una superba prestazione!

Pronti via e al 9' Marini porta avanti i Blues, incuneandosi nella difesa avversaria e infilando con un preciso diagonale di prima intenzione. Lo Scandicci colpisce anche una traversa con Kernezo, mentre al 29' è Francalanci, dopo aver sfiorato poco prima il gol, a siglare il raddoppio su azione d'angolo.

Si va al riposo sullo 0-2, con lo Scandicci che continua ad avere occasioni con Mugelli e Marini. Al 55' è Mazzolli a colpire il palo su calcio di punizione, mentre pochi minuti più tardi i Blues fanno tris grazie all'autorete di Torcolacci su cross di Marini.

Al 75' il Tiferno accorcia le distanze con Valori, ma lo Scandicci regge (sfiorando anche il poker) e porta a casa tre punti importantissimi.

10/04/2021 - Le parole di Mazzolli verso il Tiferno
(fonte: Addetto stampa)

 

09/04/2021 - Lo Scandicci per #run4ANT
(fonte: Addetto stampa)

Anche lo Scandicci partecipa alla staffetta di solidarietà #run4ANT! Unitevi anche voi!

Corri o cammina per 4 km, dona 4 euro sul sito ant.it, posta una foto o una story utilizzando l'hashtag #run4ANT e tagga 4 amici, avrai così creato la tua staffetta di solidarietà personalizzata.

Tutti i fondi raccolti saranno destinati a sostenere l'assistenza specialistica domiciliare gratuita ai malati di tumore e alle loro famiglie.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito https://ant.it/come-sostenerci/eventi/iniziative/run4ant/

03/04/2021 - Buona Pasqua dallo Scandicci!
(fonte: Addetto stampa)

Da tutto lo Scandicci un grosso augurio di Buona Pasqua!

Speriamo, davvero, di poter tornare presto a veder correre, gioire e sudare i nostri piccoli e grandi atleti Blues. Emozioni che solo il campo e il nostro magnifico sport sanno dare.

01/04/2021 - Serie D, Scandicci-Aquila Montevarchi 0-3
(fonte: Addetto stampa)

Sconfitta al Turri per lo Scandicci, che nel turno infrasettimanale prima di Pasqua cade 3-0 contro l'Aquila Montevarchi seconda in classifica.

La partita per i Blues si mette subito in salita, con l'eurogol di Cela che porta avanti gli ospiti all'8'. Al 29' la migliore occasione per lo Scandicci, con Kernezo che entra bene in area e calcia bene sul primo palo, ma trova la grande risposta del portiere ospite. Dopo due minuti però arriva il raddoppio dell'Aquila, con Francalanci che infila sfortunatamente nella propria porta nel tentativo di anticipare l'avversario in area.

Al 43' arriva poi lo 0-3, con un altro super gol, stavolta di Frugoli. Nella ripresa ci provano Imbrenda e Mazzolli, dall'altra parte Jallow. Ma il risultato non cambia.

30/03/2021 - Scandicci e il progetto "Tutela Minori"
(fonte: Addetto stampa)

A partire dalla stagione sportiva 2020-2021 la FIGC propone alle Scuole Calcio Élite l'adesione al progetto speciale "Tutela Minori" , volto ad assicurare una partecipazione libera e sicura a tutti i giovani che svolgono la pratica sportiva del calcio.

Il Club Sportivo Scandicci 1908 ha accolto con entusiasmo l'invito ed ha iniziato a formalizzare le linee guida che coinvolgono lo staff, gli istruttori, le famiglie ed i giocatori per assicurare a tutti la fruizione di un ambiente sicuro, sano e divertente.

La "Policy" in materia di tutela dei minori adottata dal Club è espressa in questo documento: http://www.scandiccicalcio.it/pdf/policy-tutela-minori.pdf

L'organizzazione di tutta l'attività è ispirata, tra gli altri, da due documenti dedicati ai diritti e alle necessità di bambini e ragazzi con particolare riferimento alla pratica sportiva e al calcio: http://www.scandiccicalcio.it/pdf/carta-dei-diritti.pdf

Qui il progetto della FIGC "Tutela Minori": https://www.figc-tutelaminori.it/

 

30/03/2021 - La Nazione: Andrei David, dallo Scandicci al poker in viola
(fonte: Addetto stampa)

Dallo Scandicci al poker di gol con la maglia della Fiorentina Under 18: La Nazione di oggi celebra il 'piccolo Mutu', Andrei David!

Il giovane talento nato a Bucarest nel 2003 arrivò in Italia proprio allo Scandicci: giocò con i Pulcini Blues nel 2013/2014, prima di passare al settore giovanile della Fiorentina!

Domenica scorsa, nella gara del campionato Under 18, David, peraltro rimasto legato al territorio scandiccese in questi anni, ha segnato addirittura quattro gol nel 4-3 finale dei viola, guadagnandosi una bella (e meritata) ribalta mediatica!

Complimenti Andrei! Continua così!

 

30/03/2021 - SERIE D - 24^ GIORNATA
(fonte: Serie D)

28/03/2021 - Serie D, Flaminia-Scandicci 3-2
(fonte: Addetto stampa)

Sconfitta sul campo del Flaminia per lo Scandicci, che perde 3-2 in rimonta.

I locali restano in dieci dopo un minuto per l'espulsione del portiere, dalla punizione successiva Mazzolli porta avanti i Blues infilando Nocco.

Il Flaminia arriva poi al pari sugli sviluppi di palla inattiva, ma lo Scandicci torna avanti al 12' ancora con Mazzolli, a segno con una bella girata dal limite con il mancino.

Nella ripresa i Blues sprecano qualche occasione e subiscono l'iniziativa dei padroni di casa, che nell'ultimo quarto d'ora ribaltano tutto firmando il 3-2 finale.

27/03/2021 - Le parole di Frascadore verso il Flaminia
(fonte: Addetto stampa)

 

27/03/2021 - Sospesi gli allenamenti individuali
(fonte: Addetto stampa)

Lo Scandicci comunica, suo malgrado, che la prossima settimana saranno interrotti gli allenamenti individuali al Bartolozzi.

In base alle disposizioni vigenti, con la Toscana diventata zona rossa, gli impianti sportivi devono restare chiusi.

Sarà nostra premura avvertire famiglie ed atleti quando i protocolli permetteranno nuovamente di allenarsi.

25/03/2021 - Scandicci, prosegue il progetto 'Diverso un calcio' con Allenamente
(fonte: Addetto stampa)

Continua al Bartolozzi l'attività dei ragazzi del Centro Allenamente, per il progetto 'Diverso un calcio' avviato nel 2016!

Con tanta passione ogni settimana i ragazzi Blues svolgono attività fisica e motoria anche in questo periodo di emergenza sanitaria, momenti fondamentali per lo sviluppo e il benessere psico-fisico dei nostri ragazzi.

"Ci troviamo due volte a settimana al Bartolozzi, per noi la priorità è continuare con l'obiettivo che ci eravamo dati in partenza. Ovvero perseguire la normalità", dice Jacopo Palmucci, psicologo e psicologo dello sport del Centro Allenamente. "Specie in un momento come questo tutte le certezze dei ragazzi vacillano, ma abbiamo fatto di tutto, grazie anche allo Scandicci, per continuare l'attività sportiva, con tutti i benefici che questa comporta. Ce l'abbiamo messa tutta per dare continuità, ai ragazzi piace molto".

Importante quindi continuare a ritagliarsi un piccolo spazio di continuità. Anche in un periodo in cui vengono messi in moto tutti i dispositivi di sicurezza, dalle mascherine al distanziamento, fino alla sanificazione dei locali che del resto viene fatta quotidianamente presso le strutture del Bartolozzi. Un'attività all'aperto che ha diversi benefici per i ragazzi Blues diversamente abili: "Sì, ci sono benefici su diversi livelli", continua Jacopo. "Intanto sullo sviluppo e il mantenimento di capacità relazionali con gli altri, è un aspetto molto importante. Poi come obiettivo c'è quello del mantenimento di un peso corporeo adeguato, partendo dal presupposto che spesso il disturbo si associa a disabilità e sovrappeso. Le abitudini alimentari sono particolari, i ragazzi sono selettivi, e l'attività fisica, anche se solo con due allenamenti a settimana, porta chiari benefici. È un'attività che a loro piace e che fa molto bene".

Non solo, perché come racconta Jacopo negli anni il progetto ha permesso di sviluppare altri rapporti: "Sì, perché oltre agli obiettivi principali ci sono stati anche dei benefici per le famiglie dei nostri ragazzi. Piccole cose, dettagli che sembrano minimi ma che in realtà sono ritagli di normalità, merce molto rara per famiglie con ragazzi con disabilità. Tipo ritrovarsi per fare aperitivi mentre i ragazzi si allenano (ovviamente prima del Covid), ma anche andare a comprare insieme i completi per i ragazzi, le scarpe ecc.. Hanno sperimentato delle attività sociali che altrimenti potevano essere precluse. E questo è un altro aspetto molto bello del nostro progetto".

E negli anni si è creato un rapporto stretto all'interno dello Scandicci: "Sì, c'è senso di appartenenza, i ragazzi hanno voluto tutta l'attrezzatura Blues. Il fatto di sapere di appartenere ad una società a noi fa molto piacere. Lo Scandicci è stata la prima società a diffondere questo tipo di mentalità, per noi è un'opportunità enorme. Possiamo sviluppare quella relazione con il territorio che per la tipologia di attività è fondamentale, ma difficile da realizzare concretamente. Lo Scandicci ci ha dato possibilità di sfruttare le loro risorse, ci ha messo nelle miglior condizioni per perseguire gli obiettivi, aiutandoci con raccolte fondi, attrezzature e quant'altro, senza chiederci assolutamente nulla. Per noi è una sorta di modello di riferimento, è la nostra società. Ha permesso e permette a più di 15 famiglie di vivere questo sprazzo di normalità che non è per niente banale. Tutti ci hanno sempre fatto sentire presenti e considerati all'interno della società, mai un passo indietro rispetto alle altre squadre e agli altri settori".

E specie nelle ultime settimane i ragazzi del Centro Allenamente hanno fatto attività fisica nel 'campino' accanto al terreno principale, e hanno avuto modo di vedere dal vivo gli allenamenti della Prima Squadra. "Sì, è stata una coincidenza buffa", conclude Jacopo. "Prima andavamo in palestra perché con pioggia e vento era meglio per i nostri ragazzi stare al riparo. E negli anni si era creata una sinergia anche con i ragazzi che facevano riabilitazione, o con quelli che si affacciavano prima o durante gli allenamenti. Un'opportunità di scambio e interazioni molto spontanee, che poi era uno degli obiettivi principali del progetto. Poi da quando abbiamo preferito stare all'aperto, nel 'campino', siamo 'dirimpettai' della Prima Squadra che si allena. Un altro bel motivo di incontro. Alcuni ragazzi sono letteralmente 'rapiti' nel vedere allenarsi i 'grandi', c'è curiosità e attrazione. E anche i giocatori della Prima Squadra hanno visto che anche noi ci diamo da fare!".

22/03/2021 - Serie D, gli highlights di Scandicci-Sporting Trestina
(fonte: Addetto stampa)

 

21/03/2021 - Le parole di mister Davitti dopo il Trestina
(fonte: Addetto stampa)

 

21/03/2021 - Serie D, Scandicci-Sporting Trestina 2-2
(fonte: Addetto stampa)

Pareggio casalingo per lo Scandicci, che al Bozzi fa 2-2 contro lo Sporting Trestina quarto in classifica.

Dopo un colpo di testa alto di Mugelli, al 6' è il Trestina a passare avanti con un rigore di Essoussi. Lo Scandicci reagisce, e prima è pericoloso con Meucci, poi arriva al pareggio con capitan Borgarello, che dal dischetto trasforma un rigore conquistato da Kernezo.

Alla mezz'ora poi, dopo una punizione insidiosa di Mazzolli, è Kernezo a portare avanti i Blues con un gran gol: tiro dai 25 metri e palla sul secondo palo a superare il portiere.

Lo stesso Kernezo ci prova anche qualche minuto più tardi, ma stavolta trova la parata del portiere ospite. Nella ripresa è Mugelli a sfiorare due volte il gol nei primi 10 minuti, ma non trova la porta. Al 72' il Trestina arriva al pari con Maggioli, di testa su azione d'angolo.

Nel finale lo Scandicci è pericoloso in particolare con Mugelli, mentre il Trestina con Essoussi e Khribech. Ma il risultato non cambia, e finisce 2-2.

20/03/2021 - Parla Di Benedetto verso il Trestina
(fonte: Addetto stampa)

 

15/03/2021 - SERIE D - 22^ GIORNATA
(fonte: Serie D)

12/03/2021 - Scandicci ancora Scuola Calcio Élite!
(fonte: Addetto stampa)

Per il sesto anno su sei lo Scandicci è tra le Scuole Calcio Élite riconosciute dalla Figc!

Anche per il 2020/2021 la società Blues, che nel febbraio 2020 aveva inaugurato la 'Alberto Di Chiara Academy', ha ricevuto l'importante riconoscimento della Figc, che si basa, tra gli altri parametri, sulla qualità delle strutture, sulla preparazione degli istruttori e sui metodi di allenamento.

"E' una qualifica prestigiosa alla quale hanno lavorato tutti i componenti della Società, dalla Direzione alla Segreteria a chi manutiene gli impianti. Per raggiungerla serve uno standard di qualità alto e in piena sicurezza. Siamo felici di esserci riusciti anche quest'anno", commenta il Responsabile della Scuola Calcio Massimo Mina.

Durante questi mesi di emergenza Covid lo Scandicci ha messo in campo tutte le forze per garantire il massimo rispetto dei protocolli sanitari, con allenamenti specifici, distanziati e controllati. I piccoli-grandi ragazzi Blues hanno così potuto continuare, anche se in forma ridotta, l'attività fisica e motoria, sotto la direzione del 'prof' Davide De Fraia e dei qualificati istruttori di ogni gruppo.

"Stiamo trascorrendo un periodo molto particolare, rivoluzionato dalla pandemia che ci ha costretti ad adattare gli allenamenti seguendo le linee guida sanitarie e federali, nel rispetto delle distanze di sicurezza, oltre ad un triage quotidiano ai nostri atleti", continua Mina. "Per questo mi preme ringraziare chi sta effettuando questa attività e crede fermamente nel calcio dilettantistico e giovanile. Tutto questo ha permesso alle centinaia di iscritti di ritrovarsi al campo di allenamento, fare delle attività, svagarsi, divertirsi insieme e staccarsi da uno schermo almeno per un po'. Nella massima sicurezza possibile".

C'è, ovviamente, tanta voglia di tornare il prima possibile alla normalità, anche per la crescita sportiva e umana dei nostri ragazzi: "Sì, c'è davvero tanta voglia, ci mancano i momenti di confronto con le altre società, il pubblico sugli spalti, la voglia di gioire per un gol o di consolare e incoraggiare i nostri ragazzi per un gol subito", conclude Massimo Mina. "Sopratutto c'è voglia di tornare presto alla normalità, perchè il mio timore è che questa situazione porti ad un abbandono precoce dello sport da parte di qualche ragazzo. E per noi sarebbe la peggior sconfitta".

09/03/2021 - Lo Scandicci dona materiale sportivo ai detenuti di Sollicciano
(fonte: Addetto stampa)

La solidarietà bussa alle porte del carcere di Sollicciano. Lo Scandicci ha deciso di donare alla UISP Unione Italiana Sport Per tutti di Firenze le mute delle passate stagioni: il materiale sarà utilizzato nell’ambito del progetto “Sport in Libertà”. Da diversi anni la Uisp svolge ogni settimana delle attività sportive all’interno della casa circondariale fiorentina: palestra e allenamenti di calcio. In occasioni speciali la formazione del carcere ha anche affrontato team esterni. Per il frequente turn over a cui la squadra di Sollicciano è soggetta, l’esigenza di abbigliamento sportivo è sempre stata molto sentita, anche in questo periodo caratterizzato dall’emergenza Covid. Le attività all’aperto si svolgono rispettando il distanziamento sociale. Con la donazione dello Scandicci i detenuti potranno utilizzare le tute per gli allenamenti e gli incontri dei mesi futuri.

L’idea di donare magliette e pantaloni alla squadra di Sollicciano è stata lanciata da Gabriele Tanaglioni che collabora con Uisp Firenze e segue in qualità di allenatore l’attività sportiva della squadra del carcere: “Sono anche uno dei preparatori atletici dello Scandicci e per questo ho pensato di proporre alla società di donare il materiale che non veniva più utilizzato”. Un’idea che è stata subito accolta con entusiasmo.

“Ogni anno -spiega il direttore generale dello Scandicci, Simona Ciagli- facciamo un resumè del materiale disponibile nei magazzini. Abbiamo circa 350 tesserati e quindi abbiamo a disposizione molto abbigliamento in particolare dai 5 anni in su visto che la nostra attività si concentra sui giovani. Le tute non più utilizzate di solito vengono spedite alle missioni in Africa una volta all’anno. Per gli adulti in verità non avevamo mai fatto nulla anche perché di solito l’abbigliamento sportivo risulta troppo usurato”. 

Durante il periodo del Covid, in un’ottica di riorganizzazione del magazzino, sono state individuate delle tute che potevano essere tranquillamente riutilizzate. Da qui la donazione. “Non è escluso che saremo in condizioni di fornire anche scarpe e palloni nei mesi successivi, a fine stagione, quando faremo un nuovo controllo delle giacenze” conclude il direttore generale Ciagli. 

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente dello Scandicci Fabio Rorandelli: “Abbiamo sempre pensato ai paesi sud sahariani ma credo che sia importante tenere presente anche una situazione a noi più vicina come può essere il carcere. Pur formalmente nel territorio del comune di Firenze, Sollicciano è parte anche della comunità di Scandicci e pensiamo sia giusto non scordarci di questa realtà. Ora che abbiamo stabilito questo rapporto diretto con Uisp, ci auguriamo che ci saranno altre occasioni per collaborare e donare del materiale” conclude il presidente.